L’Aia

L'Aia è una città dei Paesi Bassi nota per essere sede di tribunali internazionali e uffici dell'UE, ma è comunque una meta molto piacevole da visitare.

L’Aia, città che si affaccia sul Mare del Nord, è la sede del parlamento olandese e del governo, nonchè la residenza del Re dei Paesi Bassi. Conta circa 500.000 abitanti, e a livello internazionale è conosciuta come la “capitale giudiziaria del mondo“, dato che qui hanno sede diversi tribunali internazionali.

Tra questi vi sono la Corte internazionale di giustizia, il Tribunale penale internazionale per l’ex Jugoslavia e la Corte penale internazionale. Accanto a queste istituzioni, L’Aia è la sede di oltre 150 organizzazioni internazionali, così come molte istituzioni dell’UE, aziende multinazionali e ambasciate.

Questo ha dato alla città un carattere davvero internazionale. L’Aia non è tanto popolata da turisti occasionali, al contrario è letteralmente presa d’assalto da stranieri che lavorano e vivono in città.

I suoi abitanti trovano la città molto accogliente, grazie alle sue grandi aree verdi e ai suoi 11 chilometri di costa, senza bisogno di menzionare le attraenti vie dello shopping e una vasta scena multiculturale. L’Aia offre un’architettura molto interessante, dal pittoresco complesso governativo del Binnenhof fino ai palazzi grandi e maestosi lungo Lange Voorhout.

Cosa vedere a L’Aia

Nonostante non sia popolare tra i turisti come Amsterdam, L’Aia è una città veramente piacevole da visitare. Di seguito le maggiori attrattive turistiche.

Plein e il centro

Il cuore pulsante dell’Aia è la Plein (che in olandese significa semplicemente “piazza”), per l’appunto una piazza molto elegante situata in pieno centro città. Si trova accanto al Binnenhof, ed è fiancheggiata da edifici governativi storici su tre dei suoi quattro lati. Sul lato nord vi sono una serie di bar e caffè all’aperto, presi d’assalto durante l’estate. La statua al centro è quella di Guglielmo III d’Orange, padre fondatore della nazione olandese.

Binnenhof

Il Binnenhof, in passato un castello circondato da fossati lungo il suo perimetro, è stato più volte modificato. Oggi ospita le due camere del parlamento olandese e l’ufficio del Primo Ministro in una piccola torre rotonda di fronte al Museo Mauritshuis. Da non perdere la Sala dei Cavalieri, il fulcro originale del castello, utilizzata per scopi cerimoniali.

Museo Mauritshuis

Situata in un palazzo del 17 ° secolo, la Galleria reale Mauritshuis contiene la raccolta del governatore Guglielmo V. Anche se il museo è abbastanza piccolo, vi sono dei famosi lavori di Johannes Vermeer, come La ragazza con l’orecchino di perla e Vista Delft, di Rembrandt van Rijn (Lezione di anatomia del dottor Tulp), e di Andy Warhol.

Statenkwartier

La cosiddetta area Statenkwartier, situata tra la costa sabbiosa e il centro, dispone di viali alberati e abitazioni del 19° secolo ed è molto popolata dalla comunità di lavoratori stranieri. La zona è ottima per escursioni a piedi alla scoperta di quest’epoca. Qui sarà possibile apprezzare i vari stili, con un occhio di riguardo verso l’art nouveau.

Gemeentemuseum

Tra le maggiori attrattive turistiche dell’area Statenkwartier vi è il Gemeentemuseum, situato lungo la Stadhouderslaan. Il museo ha una piccola collezione di arte moderna classica (Van Gogh, Kandinsky, Monet, Sisley, Degas, Bacon), e vanta una particolare collezione di Mondrian: vi è infatti in mostra tutta la carriera di questo pittore noto per le sue opere con forme rosse, blu e giallo.

Il museo è ospitato in un edificio di mattoni gialli costruito nel 1938 dall’architetto olandese Hendrik Berlage, uno dei pionieri dell’architettura moderna. Accanto al Gemeentemuseum vi è la GEM, un museo con mostre di arte contemporanea, e il Fotomuseum Den Haag, dedicato alla fotografia.

Cosa fare a L’Aia

Dal momento che l’Aia è stata fondata su un antico territorio di caccia, vi sono una varietà di parchi e spazi verdi che sono l’ideale per passare del tempo all’area aperta. I parchi più famosi sono il Clingendael, il Westbroekpark e il Haagse Bos.

Come la maggior parte delle città dei Paesi Bassi, L’Aia pullula letteralmente di biciclette ed è facile muoversi da un luogo all’altro con questo mezzo, se avete voglia di fare un giro fuori dal centro della città. Scheveningen può essere una destinazione adatta; è una località piena di caffè costruiti sul lungomare e qui si trova il molo più grande di tutti i Paesi Bassi, non lontano dal parco Scheveningse Bosjes.

Come arrivare e spostarsi a L’Aia

Per arrivare a L’Aia in aereo dall’Italia si può scegliere di atterrare a Rotterdam, lo scalo più vicino, oppure ad Amsterdam. I collegamenti ferroviari sono molto efficienti verso quasi tutte le grandi città dell’Europa centrale.

Raggiungere L’Aia da Amsterdam è semplicissimo: con il treno ci vogliono soltanto 45 minuti, ma occorre fare attenzione perchè parte dalla stazione di Amsterdam Zuid e non da Amsterdam Centraal.

La distanza che separa le due città in auto invece è di soli 56 chilometri, il viaggio dura meno di un’ora e attraversa, sebbene in gran parte lungo l’autostrada, l’idilliaca campagna olandese.

Muoversi a L’Aia

Muoversi in città è semplice grazie all’ottimo servizio di tram e autobus, e vi è una smart card, la OV Chipkaart, che è una carta ricaricabile per viaggiare sui vari mezzi. Il centro dell’Aia rimane comunque piccolo, per cui è facilissimo percorrerlo a piedi o in bicicletta.

Nel corso degli ultimi 10 anni la città ha subito un grande sviluppo infrastrutturale; è stato costruito un tunnel per il tram sotto Grote Marktstraat e un nuovo sistema di metropolitana leggera (RandstadRail), che la collega con le città vicine di Zoetermeer e Rotterdam.

Dove dormire a L’Aia

Per vedere tutte le strutture e prenotare un alloggio a L’Aia utilizza il form seguente, inserendo le date del soggiorno.

Dove si trova L’Aia

Vedi gli alloggi in questa zona

Località nei dintorni