Amsterdam

Amsterdam

Guida di viaggio online su Amsterdam
Amsterdam.net è la guida turistica online gratuita su Amsterdam. Voli, hotel, tour e attrazioni per organizzare il vostro viaggio nella capitale olandese.

Amsterdam capitale della trasgressione? Sì, ma anche città di Van Gogh e di Anna Frank, del design, delle bici che investono più pedoni delle auto, dei tulipani, delle grandi imprese internazionali e delle start up digitali, della birra Heineken e dei bruin café.

È una città in cui colorati mercati di fiori fanno da allegro contraltare agli austeri palazzi storici del centro, talvolta un po’ cupi e misteriosi con la loro tipica architettura nord-europea, e ai prestigiosi musei che richiamano centinaia di visitatori da tutto il mondo.

Non chiamatela Venezia del Nord: a parte i canali, un attivissimo porto ed essere sempre tra le 10 città più visitate d’Europa, Amsterdam non ha altro in comune con l’ex capitale della Serenissima. L’identità di Amsterdam è unica e inconfondibile, a partire dalla sua urbanistica: un centro a raggiera, costruito intorno a un efficientissimo sistema di canali.

Durante la vostra vacanza ad Amsterdam fatevi coinvolgere dalla sua particolare atmosfera, dinamica ma mai frenetica, libera e creativa ma anche intima e rassicurante. Entrate a curiosare nei negozi di design, gustatevi una birra in un bruin café (il tipico pub olandese), concedetevi l’esperienza del coffee shop, passeggiate a ritmo lento lungo gli storici canali.

Anche il famoso quartiere a luci rosse riserva numerose sorprese, e non stiamo parlando di performance sessuali. Venite a scoprire l’unicità di questa meravigliosa capitale del nord.

Dove si trova Amsterdam

Il Rijksmuseum e l’icona scritta “I amsterdam”

Amsterdam si trova nella parte nord-occidentale dei Paesi Bassi, in una rientranza che un tempo era una baia e oggi è invece costituita dal lago Ij. Il centro città è delimitato a nord dal fiume Amstel, da cui parte il sistema a cerchi concentrici dei canali. Scoprite tutti i punti di interesse sulla mappa di Amsterdam.

Una caratteristica particolare di Amsterdam è quella di trovarsi due metri sotto il livello del mare.

Quando andare

Il clima di Amsterdam è continentale, mitigato dalla vicinanza del mare: gli inverni sono freddi ma non rigidi e le estati calde ma non soffocanti. Il tempo è molto variabile, con possibilità di piogge in ogni stagione, pertanto è bene vestirsi a strati e munirsi di giacca e scarpe impermeabili anche quando le previsioni meteo dicono sole.

I mesi più caldi sono giugno, luglio e agosto, ma questi sono anche i mesi in cui l’afflusso turistico è maggiore, con conseguente aumento dei prezzi di voli e hotel.

Il periodo migliore per andare ad Amsterdam è la fine della primavera; anche l’autunno è una buona scelta, ma potrebbe iniziare già a fare freddino.

Cosa vedere

I canali delle 9 stradine

Un intero quartiere di Amsterdam è dedicato ai musei: e con quello già avete un bel po’ di cose da vedere! Ma la lista di cosa visitare comprende anche splendide attrazioni all’aperto, come mercati, parchi, quartieri storici…

Ognuno può costruirsi un itinerario personalizzato sulla base dei propri interessi, ma non andatevene senza aver visto le 5 attrazioni top di Amsterdam.

I canali

Tra le cose da fare ad Amsterdam la numero uno è sicuramente una crociera sui canali. Un’esperienza che può risultare romantica o divertente, a seconda del tipo di crociera che scegliete (di giorno, di sera, con cena, con party boat, di gruppo, privata… le possibilità sono infinite!), ma rimane sempre il modo più affascinante per esplorare una capitale la cui storia è strettamente legata all’acqua.

Sono più di 160 i canali di Amsterdam, per un totale di oltre 100 chilometri, e ancora oggi nonostante le profonde trasformazioni nel sistema dei trasporti e nello stile di vita delle persone sono loro a definire  il paesaggio e l’identità della capitale olandese.

Museo Van Gogh

Preparatevi ad una lunga coda per poter entrare al Museo Van Gogh: dedicato al geniale pittore olandese che influenzò enormemente l’arte del XX secolo, è uno dei musei più visitati al mondo.

Tra i tanti musei dedicati a Van Gogh in Olanda e non solo, questo è sicuramente il più completo. La collezione ripercorre la vita dell’artista e le fasi della sua carriera con circa 200 dipinti, 550 disegni ed acquerelli e centinaia di lettere scritte al fratello Theo e ad altri artisti dell’epoca tra cui l’amico Paul Gauguin. Potrete vedere anche oggetti personali di Van Gogh, come pennelli, tempere e scrivanie.

Casa di Anna Frank

Entrate con rispetto nel rifugio dove la giovane ebrea Anna Frank visse per due anni in clandestinità per sfuggire ai nazisti. Dentro queste mura scrisse il celebre diario in cui raccontò la sua terribile esperienza negli anni della Seconda Guerra Mondiale.

L’atmosfera nella Casa di Anna Frank è rimasta inalterata: nonostante le folle dei turisti, incombe un silenzio doloroso e toccante. Le sale sono pressoché vuote, con pochi oggetti in esposizione tra cui documenti storici, fotografie, oggetti personali e la copia manoscritta del diario.

Quartiere a luci rosse

Se le mura potessero parlare! Quante cose avrebbero da raccontare gli edifici del quartiere a luci rosse di Amsterdam… secoli di trasgressioni, vizi, incontri piccanti, ma anche sentimenti misti: solitudine, voglia di riscatto, spensieratezza, pragmatismo.

Il quartiere più famoso-famigerato di Amsterdam non è solo un luogo del peccato: è un importante pezzo di storia della città dove – come in nessun altro luogo – potrete capire la vera anima di questa città.

Se volete vivere in pieno la sua frenetica vitalità visitatelo di notte, ma per apprezzarlo è meglio venire di giorno: potrete passeggiare con più tranquillità tra i suoi graziosi vicoli medievali, fare una piacevole sosta in un tradizionale oud bruin (i tipici pub olandesi) e ammirare le vetrine delle boutique che lentamente stanno prendendo gli spazi occupati dalle prostitute.

Rijksmuseum

Un’altra attrazione imperdibile nel quartiere dei musei di Amsterdam è il Rijksmuseum, il Museo Nazionale dei Paesi Bassi.

Ospitato all’interno di un monumentale palazzo che richiama l’architettura gotica e rinascimentale, espone un’eccezionale collezione di arte fiamminga con opere di artisti del calibro di Rembrandt, Steen e Veermer… e naturalmente Van Gogh, più artisti internazionali come Dürer, Michelangelo, Monet.

Da non perdere ad Amsterdam

Come arrivare

Arrivare ad Amsterdam in aereo è la soluzione più rapida ed economica. I voli low cost per Amsterdam dall’Italia sono numerosi, in partenza da diverse città italiane, e prenotando in anticipo si possono scovare ottime offerte.

Amsterdam ha un solo aeroporto, di notevoli dimensioni (Aeroporto di Amsterdam Schiphol), da cui partono voli per tutto il mondo. Si trova a circa 20 km dal centro città ed è facilmente raggiungibile con frequenti treni e autobus diretti.

Se dall’aeroporto più vicino a voi non partono voli per Amsterdam, valutate gli aeroporti di Eindhoven e Rotterdam: il primo è collegato al centro di Amsterdam da bus diretti, mentre nel secondo caso dovrete prima raggiungere la stazione ferroviaria nel centro di Rotterdam e da lì prendere un treno per la vostra destinazione finale.

Amsterdam si può raggiungere dall’Italia anche con autobus a lunga percorrenza, ma è una soluzione che non consigliamo. Il viaggio è molto lungo e spesso il prezzo risulta superiore a quello di un aereo. Lo stesso discorso vale per il treno.

Dove dormire

Amsterdam è una città cara per quanto riguarda gli alloggi, ma non preoccupatevi: cercando con attenzione e magari con un po’ di anticipo si possono trovare hotel e appartamenti vacanza di qualità a un buon prezzo.

La scelta principale è da fare è: dormire in centro ad Amsterdam o in altri quartieri? Se scegliete un hotel in centro avrete la comodità di trovarvi già nel cuore della città e di potervi spostare a piedi; inoltre avrete a vostra disposizione una gran quantità di negozi, bar, ristoranti e locali. Lo svantaggio è che i prezzi degli alloggi sono molto cari.

Dormire fuori dal centro di Amsterdam, ad esempio ad Amsterdam Noord o nei Docklands, non vi farà sentire poi così lontani: con la metropolitana il centro si raggiunge velocemente e senza stress.

È una scelta consigliata soprattutto ai viaggiatori low cost e a chi non ama la confusione, ma va presa in considerazione anche da chi ama viaggiare comodo: tutte le principali catene alberghiere internazionali hanno infatti un hotel nei quartieri periferici di Amsterdam. Sono strutture pensate principalmente per i viaggiatori business, perfette anche per i turisti che amano il comfort e la modernità.

Quartieri caratteristici a ridosso del centro, come ad esempio Jordaan e De Pijp, sono un buon compromesso: più vicini e più graziosi rispetto ai quartieri periferici ma meno caotici e meno cari del centro.

Come spostarsi

Il centro di Amsterdam è compatto e si gira facilmente a piedi; se volete sentirvi uno del posto noleggiate una bici e cimentatevi nell’avventura di percorrere le piste ciclabili della città.

Per spostarvi da una zona all’altra della città potete usare gli autobus (compresi bus notturni) e i tram. La metro serve perlopiù a collegare il centro di Amsterdam alle zone periferiche e probabilmente non la userete, a meno che il vostro hotel si trovi fuori dal centro.

I trasporti pubblici di Amsterdam sono molto efficienti per cui non avrete difficoltà a muovervi. Attenzione però ai costi: i biglietti singoli sono un po’ cari, meglio scegliere un abbonamento o una smart card. Quale acquistare dipende dalla durata della vostra vacanza e dall’uso che farete dei mezzi pubblici.

Un’alternativa più comoda ai mezzi pubblici sono gli autobus turistici hop on hop off. Il vantaggio di questi bus è che eliminano lo stress di capire come arrivare ai luoghi di interesse perché le fermate si trovano in corrispondenza delle principali attrazioni turistiche. Con un unico biglietto si può salire e scendere tutto il giorno (o più giorni a seconda della durata del biglietto), senza limiti.

Condividi