Amsterdam in 3 giorni

E’ possibile visitare Amsterdam in 3 giorni senza rinunciare a scoprire le sue principali attrazioni. In 72 ore riuscirete a vedere il meglio della città.

Amsterdam in 3 giorni

Se avete solo 72 ore a disposizione per visitare Amsterdam non vi preoccupate, le principali attrazioni della città sono vicine tra loro e facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici o a piedi.

Abbiamo pensato per voi un itinerario che vi permetta di ottimizzare al meglio la vostra vacanza ad Amsterdam di 3 giorni e di visitare i musei più famosi, senza trascurare momenti di relax, di shopping e naturalmente di fare una crociera sui canali.

Primo giorno

Il primo dei tre giorni ad Amsterdam va dedicato ad una visita orientativa della città, per prenderne confidenza fin da subito.

Niente di meglio quindi di iniziare con un giro in battello, una delle attrazione più amate dai turisti a cui non si può proprio rinunciare: questa mini crociera sui canali di Amsterdam permette di ammirare la città in tutta la sua bellezza da una prospettiva nuova e insolita esplorando i suoi scorci e monumenti più belli, le strade più importanti e la particolarità di alcune abitazioni, godendo di una vista panoramica mozzafiato e provando una piacevole sensazione di relax. Sono presenti diversi punti di imbarco in varie zone della città, e solitamente sono disponibili audioguide anche in lingua italiana.

A questo punto potrete dedicarvi ad una passeggiata all’orto botanico, un giardino situato nel cuore della città, un’immersione nel verde dove la regina è la vera natura. Avrete la possibilità di ammirare diverse specie di piante tropicali, alberi secolari, laghetti, serre e vi troverete di fronte ad un’area dedicata esclusivamente alle coloratissime farfalle tropicali. All’interno è presente anche un negozio dove poter acquistare piante carnivore e piante rarissime.

E’ giunta l’ora di pranzo: è il momento di assaporare le specialità olandesi, vi troverete davanti ad una vasta scelta per tutti i gusti. La star sono le aringhe, servite rigorosamente crude, accompagnate da sott’aceti, cipolle o cetrioli, servite in un piatto o in gustoso panino. Potete continuare la vostra degustazione di specialità olandesi con i pancake, che possono essere salati o dolci e conditi in tantissimi modi, e con le leggendarie patatine fritte, molto croccanti e sicuramente da provare, in quanto vengono considerate uniche.

Per proseguire la visita durante il pomeriggio potete scegliere di visitare uno dei tanti musei di Amsterdam come il Rijksmuseum, lo Stedelijk Museum, la Casa Di Anna Frank o il museo di Van Gogh; tenetevene uno da parte per il terzo giorno, e se siete con i vostri bambini potreste scegliete lo Zoo Artis o il Museo della Scienza Nemo.

Prima di cena, potete decidere di fare una passeggiata in uno dei quartieri della città come:

  • il De Pijp, un quartiere molto colorato e alla moda, facendo shopping nel mercato Albert Cuypmarkt;
  • il Plantage, vicino allo zoo, presenza di ampi viali nel verde;
  • il Jordaan, un ex quartiere operaio dove oggi sono sorti tantissimi negozietti;
  • la cerchia dei Canali, per ammirare dimore incantevoli lungo il percorso.

Siete arrivati alla fine della prima giornata: godetevi la serata in uno dei tanti ristoranti di Amsterdam assaporando una ottima birra locale.

Secondo giorno

Dopo una buona colazione dolce a base di frittelle olandesi o dei tipici stroopwaffel (a meno che non vogliate darvi alla colazione salata, come è tipico in queste zone d’Europa), vi restano poco meno di 48 ore per visitare la città, e il secondo dei tre giorni ad Amsterdam può avere inizio.

Potete iniziare con una passeggiata alla scoperta dell’architettura olandese, scoprendone la bellezza: potete visitare la scuola di Amsterdam, costruita a mattoncini, o gli edifici modernissimi nei quartieri a sud e a ovest del centro, senza trascurare i numerosi ponti della città, strutture architettoniche per attraversare i canali.

Dedicate poi il secondo giorno a fare shopping. Se volete tornare a casa con regali originali evitate le turistiche Kalverstraat o Nieuwendijk: ci sono zone o negozi meno noti tra i turisti che non potrete perdervi:

  • il De Bijenkorf, un lussuoso grande magazzino di Amsterdam;
  • Haarlemmerstraat/Haarlemmerdijk: la via dello shopping migliore dei Paesi Bassi, situata a nord-ovest della stazione centrale: vi si trova di tutto, anche negozi particolari dove è possibile acquistare bontà gastronomiche, sempre ottime da portare a casa ad amici o parenti;
  • Negen Straatjes: è una zona del centro città che in italiano si traduce come “le nove stradine”. Qui si trovano tantissimi negozi di ogni tipo, una scelta vastissima in cui perdersi tra stilisti e piccole botteghe alternative.

All’ora di cena scegliete un ristorante non turistico, per assaporare la vera cucina locale. Se è inverno assaggiate lo stamppot, un piatto olandese con carne di salsiccia e patate oppure le zuppe, che sono il top di Amsterdam. Potete chiudere la serata alla scoperta del quartiere a luci rosse, anche soltanto per ammirare una realtà molto diversa da quella a cui siamo abituati.

Terzo giorno

La vostra visita di Amsterdam in tre giorni sta volgendo al termine, manca soltanto un giorno alla partenza, ma in poche ore si possono fare tantissime cose. Se è aperto, potete dedicare l’intera ultima giornata al Keukenhof, uno dei parchi più belli d’Europa, dove ogni primavera sbocciano oltre 7 milioni di tulipani.

In alternativa potrete senz’altro placare la vostra voglia di tulipani in città, visitando il Bloemenmarkt, il mercato dei fiori, un vero e proprio pullulare di colori e profumi. Per una giornata di cultura, non c’è niente di meglio di visitare uno dei musei che avevate lasciato da parte il primo giorno, magari scattandovi una foto alla ormai celeberrima scritta I Amsterdam davanti al Rijkmuseum.

Interessante anche una visita al mercato del formaggio, che ormai avrete già assaggiato più e più volte durante la vostra permanenza in città: ne troverete di tutti i tipi, dai più stagionati ai più freschi, dall’Edam all’Alkamaar.

Prima di cena, o prima di ritornare in aeroporto, rilassatevi al Vondelpark, il polmone verde della città, per terminare nel miglior modo possibile i vostri tre giorni ad Amsterdam.

Da non perdere a Amsterdam

Da non perdere a Amsterdam

Ecco una carrellata di cose da fare e attività da non perdere ad Amsterdam durante una prima visita della capitale olandese, tra musei e trasgressione.
Continua a leggere
Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.2 su 9 voti